Partiamo dal presupposto che l’obiettivo di questo articolo non è screditare l’utilizzo dei siti web, sarebbe del tutto controproducente vista la mia professione di web designer, bensì quello di indicarti alcuni aspetti da prendere in considerazione prima di cimentarti nella realizzazione di un sito web.

Se hai letto il mio articolo dedicato al prezzo e ai costi di sviluppo, avrai capito che se si vuole ottenere un risultato professionale non è possibile non prevedere una spesa per la creazione del proprio sito web. La peggior situazione che ti si può prospettare infatti  è quella in cui ti accorgi, solo dopo aver investito tempo e parecchie risorse economiche, che il risultato ottenuto non è quello desiderato.

In questo articolo ti spiegherò a cosa fare attenzione per provare a limitare il più possibile questo rischio.

1. Prima di partire definisci sempre il tuo obiettivo di business

A prescindere dalla tipologia di sito che intendi sviluppare  valuta su quale di questi tre aspetti vuoi fare leva:

  1. dare informazioni relative ai prodotti o ai servizi che offri
  2. promuovere la tua immagine di brand e la tua filosofia
  3. generare conversioni, dove per conversioni si intende il completamento di un qualunque processo da parte di un utente, dall’acquisto di un prodotto alla più “semplice” compilazione di un form.

È importante conoscere quale di questi aspetti intendi approfondire, perché da questa scelta ne derivano la tipologia e la disposizione dei contenuti all’interno delle pagine. Partire senza conoscere l’obiettivo che si vuole perseguire, molto spesso si traduce in una strategia fallimentare che porta solamente a risultati indesiderati.

2. Cura l’aspetto grafico del tuo sito

Si dice che l’abito non faccia il monaco, ma a mio parere non è sempre così, soprattutto quando si parla di contenuti digitali. Può sembrare un esempio banale, ma così come non ti presenteresti mai ad un appuntamento di lavoro con un outfit “trasandato”, allo stesso modo non dovresti trascurare l’aspetto grafico delle tue pagine web.

Un sito web infatti non è altro che una vetrina personale utilizzata per interfacciarti con potenziali clienti, considera dunque di utilizzare esclusivamente contenuti professionali per assicurarti che quelle persone non si creino un’idea sbagliata di te e del tuo brand.

Se non hai la possibilità di produrre da solo materiale grafico accattivante, puoi valutare l’idea di utilizzare foto inserite all’interno delle banche dati, online ne esistono moltissime anche gratuite.

3. Mantieni il tuo sito sempre aggiornato

Questo punto si collega a quello precedente, nel web infatti le cose cambiano velocemente e nel giro di due o tre anni senza un’adeguata manutenzione dei contenuti si rischia di ritrovarsi con un sito obsoleto. Basti pensare come l’avvento degli smartphone e di nuovi dispositivi mobili abbia completamente rivoluzionato il modo di lavorare e di pensare dei web designer.

Questo consiglio inoltre non riguarda solo l’aspetto grafico di un sito, ma è fondamentale anche per il suo “stato di salute”. Temi e plugins utilizzati vanno sempre aggiornati alle versioni più recenti, per non rischiare di comprometterne il funzionamento nel corso del tempo.

4. Valuta attentamente quali contenuti pubblicare

Un buon sito web deve essere in grado di soddisfare le principali ricerche degli utenti, ma se non hai nulla da dire allora sarebbe meglio non esporsi.

Pagine vuote o con contenuti scadenti ti fanno apparire poco professionale agli occhi dell’utente che naviga il sito Internet, pertanto in questo caso il risultato oltre a non generare alcun tipo di profitto, andrebbe addirittura a ledere la tua reputazione online.

Il mio consiglio è quello di valutare sempre attentamente come strutturare e disporre i testi all’interno delle pagine e, nel caso in cui fosse necessario, preferire architetture più semplici ma con contenuti di qualità.

5. Promuovi il tuo brand su diversi canali di comunicazione

Ad oggi non è più corretto considerare esperienza virtuale ed esperienza fisica come due aspetti completamente separati tra loro. Quante volte ti è capitato di aver scoperto un prodotto navigando sui social e aver deciso, magari mesi dopo, di far visita al negozio per acquistarlo?

In questo esempio ho semplificato volutamente un processo d’acquisto in realtà molto più complesso, con l’obiettivo di mostrarti come ad oggi online e offline siano una cosa sola e non possano più essere considerati due entità distinte.

Non esiste una strategia univoca che determina su quali canali di comunicazione bisogna obbligatoriamente essere presenti, il numero infatti può variare completamente a seconda del prodotto che si offre e dal target di riferimento. Proprio per questo, per impostare una strategia di comunicazione su misura con le esigenze del tuo pubblico, è molto importante avere le idee chiare fin dalla fase iniziale.

Chiaramente essere presenti su più canali di comunicazione è importante, poiché aumenta la probabilità di entrare in contatto con dei potenziali clienti, ma come già scritto nel punto precedente è la qualità dei contenuti a contare davvero.

Se l’utilizzo di diverse piattaforme rischia di abbassare la qualità dei tuoi contenuti considera l’idea di usarne una sola ma in maniera ottimale.

6. Monitora la tua presenza online

Salvo che per casi particolari, generalmente se si decide di creare un sito web  lo si fa con l’intenzione di essere trovati sui motori di ricerca.

Esistono due modi per posizionarsi nelle prime pagine: generando visite tramite traffico a pagamento oppure rendendo il proprio sito SEO friendly, ossia piacevole e autorevole agli occhi di Google. Non farti ingannare, il secondo metodo non è necessariamente meno costoso del primo, soprattutto se la si vede in termini di tempo e fatica.
Se vuoi approfondire questo argomento ti consiglio di leggere questo articolo dedicato alla SEO.

Ricordati inoltre che gli algoritmi di Google cambiano costantemente, pertanto è sempre necessario mantenere monitorata la propria presenza online, così da poter eventualmente intervenire al più presto.

In conclusione

Se hai letto con attenzione questo articolo sarai già arrivato da solo alla conclusione che avere una presenza consistente online richiede sforzo, impegno e costanza. Non sto parlando solamente di costi economici ma anche in termini di ore, per questo motivo ti invito a prenderti il giusto tempo per fare tutte le valutazioni del caso.

Se una volta fatte le tue valutazioni sarai ancora determinato a voler intraprendere questa strada assicurati di curare tutti gli aspetti descritti in precedenza, così da accertarti che la tua presenza online generi realmente un valore aggiunto al tuo brand.